Carpenè Malvolti torna a distribuire in proprio

La decisione di interrompere la partnership con il Gruppo Italiano Vini era già nota da prima dell'estate e viene dopo cinque anni di proficua collaborazione

È da inizio settembre che Carpenè Malvolti torna a gestire in proprio la distribuzione dei propri prodotti sul mercato italiano. Un business che vale il 45% del fatturato totale della maison.

Come riporta Ansa.it: "I presupposti e gli obiettivi strategici della scelta, seppur in un contesto economico di forte competitività -afferma Etile Carpenè, presidente della cantina di Conegliano- risiedono essenzialmente nella convinzione che una strategia sempre più fortemente consumer oriented non possa prescindere dalla gestione diretta. La collaborazione con il Gruppo Italiano Vini è stata caratterizzata da reciproche soddisfazioni - conclude il presidente della Carpenè Malvolti - determinatesi in primis dal fatto che Giv è stato un partner che ha saputo interpretare al meglio i nostri obiettivi strategici ed ci ha assicurato il presidio distributivo nonché il perseguimento degli obiettivi di vendita."

L'obiettivo di questo cambiamento è quindi quello di avvicinarsi al consumatore, per meglio monitorarne il sentiment nei confronti di sé stessa e del brand, nella convinzione che una strategia sempre più consumer oriented sia una condizione necessaria per presidiare al meglio tutti i mercati in cui Carpenè Malvolti opera da decenni. Inoltre, nel medio-lungo termine, occorre considerare gli obiettivi aziendali che si impongono in vista dell'approssimarsi di una importante e storica ricorrenza qual è il 150° anniversario dalla sua fondazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here