Furla allo sbarco in Borsa con Tamburi Investment Partners

Accordo con la società di Giovanni Tamburi che ha sottoscritto 15 milioni di obbligazioni convertibili in future azioni Furla.

L’annuncio arriva direttamente da Furla, che ha avviato ufficialmente il proprio percorso di quotazione in Borsa. Per preparare l’ingresso a Piazza Affari il gruppo, attivo nel segmento premium luxury con borse e accessori in pelle, ha raggiunto un accordo con Tamburi Investment Partners, che prevede la sottoscrizione di un prestito obbligazionario convertibile e convertendo in azioni Furla S.p.A per 15 milioni di euro.

borsaCome si spiega nel comunicato, Tip si è impegnata a sottoscrivere integralmente tale prestito e, successivamente, ad effettuare la relativa conversione in capitale, nonché a sottoscrivere all'atto della quotazione in Borsa un importo di ulteriori 15 milioni di euro alle stesse identiche condizioni economiche che saranno proposte al mercato. La società di Giovanni Tamburi avrà inoltre il diritto di sottoscrivere e far sottoscrivere a terzi da lei individuati un'ulteriore quota dell'offerta al pubblico.

5689_Furla__2_Risultati. Per Furla, fondata a Bologna nel 1927 da Aldo e Margherita Furlanetto ed oggi presieduta da Giovanna Furlanetto, il 2015 si è chiuso con un fatturato consolidato di circa 339 milioni di euro, di cui l'80% realizzato al di fuori dell'Italia e in crescita di oltre il 30% rispetto all'anno precedente. L’Ebitda è stato di oltre 44 milioni di euro, in crescita del 29% sul 2014.

Il gruppo, che nel 2015 ha ampliato significativamente la propria rete di vendita, conta oggi 415 negozi diffusi in oltre 100 Paesi.

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome