La farmacia si consolida come primo presidio sanitario del territorio

Si va verso la ‘distribuzione per conto’, per permettere al paziente di ritirare in farmacia i medicinali fino ad oggi erogati solo dagli ospedali

È stato approvato nelle scorse ore dalla V Commissione Bilancio della Camera l’emendamento, contenuto nel ddl rilancio, che prevede che dal 1° ottobre prossimo le Regioni possano affidare alle farmacie, in regime di distribuzione per conto (dispensazione da parte delle farmacie di medicine acquistate dalle Asl), l’erogazione di farmaci attualmente erogati direttamente dalle strutture pubbliche, destinati al trattamento dei pazienti in assistenza domiciliare, residenziale e semiresidenziale o consegnati al momento della dimissione ospedaliera per garantire la copertura del primo ciclo di terapia.

 

 

Un tema, quella della ‘dispensazione per conto’, molto caro al mondo delle farmacie: “Il provvedimento – osserva Marco Cossolo, presidente Federfarma - va nella direzione giusta: quella di mantenere il paziente sul territorio e, di fatto, di colmare il più possibile l’ultimo miglio fra farmacista, farmaco e cittadino”. Secondo Cossolo, del resto, il cittadino non ha bisogno soltanto di un servizio di consegna del farmaco ma anche di una assistenza al suo corretto utilizzo, che può essere garantita solo dalle farmacie: “Il decreto ministeriale che dovrà essere emanato – continua il presidente di Federfarma – cerca di rendere sempre più presente la distribuzione di quei farmaci che vengono legittimamente comprati dalle Asl con delle gare nelle farmacie aperte al pubblico, con un beneficio per i conti pubblici oltre che per i costi sociali a carico del cittadino”.

Nelle intenzioni dei parlamentari che hanno firmato l’emendamento, c’è proprio l’idea di consentire un contenimento dei costi e degli sprechi da parte del sistema sanitario, nonché di favorire una riduzione del tempo e dei costi sociali per i pazienti e i propri familiari, che spesso si trovano a percorrere parecchi chilometri per raggiungere l’ospedale più vicino e ottenere i medicinali di cui necessitano. Data la presenza capillare delle farmacie sul territorio, il paziente potrebbe invece trovare, presso tali strutture di vendita, i medicinali necessari immediatamente nel proprio quartiere o paese.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome