L’evoluzione del consumatore è ad personam

Cambiamenti in corso nello scenario di consumo, che impongono ad aziende e retailer di rispondere alle nuove esigenze di individui emancipati. Se ne parla al Premio Vincenzo Dona.

Un consumatore sempre più consapevole e proattivo, che evolve il proprio ruolo a quello di persona informata dei fatti e dei prodotti, richiedente attenzione come singolo individuo a 360 gradi. I cambiamenti che impongono ad industria ed aziende di rivedere modelli di business e strategie commerciali sono in continua via di definizione e oggetto di sempre più numerose iniziative top down.

Tra i must da considerare, come sottolinea l’Unione Nazionale Consumatori (UNC), una mutata sensibilità al fronte sostenibile, con particolare riguardo al tema ambientale, ma anche una diversa interazione e accoglienza nei punti di vendita, partendo da un’esposizione capace di valorizzare le caratteristiche dei prodotti.

shopping assistant_customer experienceIl fattore umano integrato a quello digitale-tecnologico risulta a sua volta determinante, per questo la formazione del personale e l’utilizzo di applicazioni e strumenti smart all’interno degli store sono imprescindibili. Pena: la mancata fidelizzazione del cliente attraverso l’esperienza.

In Italia molti player l’hanno capito e hanno agito in questa direzione con ottica lungimirante, abbandonando la logica del profitto a breve termine. Un buon esempio in proposito è la scelta di Unes di togliere i dolciumi dalle avancasse dei supermercati U2, sostituendoli con snack salutari. Decisione che, come evidenzia Massimiliano Dona, segretario generale dell’UNC, sposta il focus da una vendita basata sull’acquisto di impulso alla relazione con il consumatore.

premio DonaSul prossimo numero di Mark Up si parlerà di questo e molti altri temi, che saranno al centro dell’edizione 2015 del Premio Vincenzo Dona, in scena il 27 novembre al Teatro Argentina di Roma per tracciare l’evoluzione del consumo e relativi asset all’interno del panorama italiano.

“Dall’innovazione all’economia collaborativa, passando per la questione del lavoro, della privacy e dei big data. Ci guarderemo allo specchio interrogandoci sui nuovi trend, dal marketing one-to-one alla personalizzazione dei prodotti”, spiega Massimiliano Dona, che aprirà i lavori della giornata.

Tra i numerosi protagonisti al confronto il presidente di Coop Italia Marco Pedroni, il presidente di Unilever Italia Angelo Trocchia, ma anche l’Ad del Gruppo Unes Mario Gasbarrino e l’Ad di Edison Energia Alessandro Zunino, che insieme a Daniela Cerboni, Vice president world service Italy di American Express, e Stefano Folli, Presidente Philips Spa, comporranno la tavola rotonda moderata da Cristina Lazzati, direttore di Mark Up.

Per maggiori informazioni e il programma completo si rimanda al sito Unc.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here