Zara e il primo modello con la sindrome di Down

Si chiama Patrick e fa parte dei nuovi testimonial della collezione bambini. Un passo avanti nell'inclusione per il brand

Mentre da un lato dell'orizzonte fast fashion, anche se ancora lontano, si vede arrivare un temporale di problemi legati all'impatto sociale e ambientale dell'industria, dall'altro lato in termini di marketing e comunicazione il settore si sta impegnando per evolvere in direzione di maggiori diversity e inclusione.

Un esempio in tal senso è la nuova campagna che Zara ha dedicato alla collezione kids primavera-estate 2019. All'interno della squadra dei 10 piccoli testimonial, infatti, c'è anche Patrick, il primo piccolo modello della catena con la sindrome di Down. Il bambino di 11 anni è figlio della chef spagnola Samantha Vallejo Nágera, giudice dell'edizione di Master Chef Spagna (patria di Zara) e nelle foto della campagna compare insieme al fratello Diego.

Inclusione e diversity nella moda evolvono così verso nuove frontiere, che risultano tanto più efficaci quanto meno proclamate e auto-celebrate. La rappresentazione della realtà, del resto, non dovrebbe richiedere troppo sforzo.

 

 

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome