Trend 2017: l’etichetta come espressione di lusso

La shopping experience si valorizza con forme inusitate e ad alto valore creativo. Estetica al centro, per trasferire la conoscenza del brand attraverso un'interfaccia multi-sensoriale.

L'esperienza di contatto con brand e prodotti aumenta la propria capacità d'impatto sull'acquisto finale. Il fattore estetico assume così nuove funzioni espressive, attingendo a stilemi di bellezza e creatività elevati e giocando un ruolo distintivo fondamentale per l'awareness del consumatore.

Il lusso si esprime in immagine coordinata all'etichetta del prodotto e allo store
- Cristina Lazzati, direttore Mark Up

etichetta aglianico luxoroUn esempio? La veste grafica della bottiglia Aglianico del Vulture Doc, della Cantina Re Manfredi, che tra nano incisione, riferimenti letterari antichi e nobilitazione di stampa trasforma il vino in prodotto da gustare prima con gli occhi che col palato, come spiega Jana Kokrhanek Amministratore delegato di Luxoro.

Stesso discorso per le scatole di cioccolatini dorate di Godiva, o per Victoria's Secret...

LASCIA UN COMMENTO