Enasarco: le agenti donne sono solo il 13%, ma di media vendono di più

Nonostante le performance positive, secondo il relativo ente le rappresentanti di commercio sono ancora poche. Una sfida di valorizzazione

Le venditrici sono poche, ma venderebbero il 20% in più degli uomini. Questa una prima evidenza che emerge dai dati diffusi da Enasarco, l’Ente nazionale di assistenza per gli agenti e i rappresentanti di commercio.

In questo ambito, la rappresentanza femminile si attesta solo al 13%, ovvero a 30mila donne su un totale di circa 230mila agenti rappresentanti di commercio. Eppure, le loro performance sarebbero mediamente migliori di quelle maschili e nel 75% circa dei casi (per gli uomini è il 67%) riuscirebbero a fidelizzare il cliente.

Secondo un'indagine svolta dall'ente su un campione di 300 lavoratrici, questi risultati deriverebbero da una “maggiore capacità di ascoltare e di entrare in empatia” (39%), da una “maggior impegno nella formazione professionale continua” (27%) e da una “maggior conoscenza del prodotto” (18%).

Una sfida di valorizzazione, che passa anche dalla possibilità odierna di svolgere il lavoro con maggiore flessibilità e minori spostamenti, complici le nuove tecnologie.

“La figura del venditore tradizionale, che percorreva migliaia di chilometri in auto con la valigetta non esiste quasi più: oggi il venditore utilizza molto il web, le videocall, le presentazioni online, anche se non trascura mai la capacità di contatto umano e le tecniche di vendita. Dal concetto di vendita come ‘conquista’, oggi ci si sta evolvendo verso un venditore o una venditrice che ‘affianca’ e consiglia. È questo forse che sta dando quella famosa ‘marcia in più’ alle donne”, ha dichiarato Andrea Polo, Ceo di Milano Exe.

Da qui il lancio, da parte di Milano Exe, di una “Sales Woman Academy” italiana che darà alle donne venditrici e a coloro vogliono diventare tali l’opportunità, compatibilmente anche con i propri impegni familiari, di seguire percorsi di formazione online e live, di avere assistenza legale e contrattualistica, nonché l’ausilio di una commercialista e non solo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome