Ikea Italia e Save the Children: un progetto per gli orfani di femminicidio

#iofacciodipiù #takeaction | Una petizione per le Istituzioni accompagnata dalla campagna #PerUnaGiustaCasa e da una mostra in negozio

In occasione della Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (20 novembre), Save the Children e Ikea Italia lanciano una petizione per chiedere alle Istituzioni di mettere in atto azioni concrete a favore dei minori testimoni di violenza domestica e degli orfani di femminicidio. I dati riportati parlano di circa mezzo milione di vittime.

 

 

La campagna #PerUnaGiustaCasa mira, da un lato, a sensibilizzare sull’importanza per i bambini di vivere in una casa sicura e con adulti di riferimento che garantiscano protezione e ascolto, dall’altro a realizzare azioni concrete di sostegno a realtà familiari in cui i minori vivono in condizioni di disagio.

 

 

Una "mostra" nei negozi. Dal 20 al 24 novembre alcuni disegni, ispirati a quelli realizzati da bambini che vivono situazioni di violenza assistita, saranno collocati negli spazi espositivi di tutti i negozi Ikea (vedi foto). Alla fine del percorso, un muro svelerà il significato dei disegni, sottolineando quanto sia importante cogliere i segnali che i bambini esprimono.

Il sostegno vero e proprio. Ikea supporterà anche Save the Children nella presa in carico di bambini vittime di violenza domestica, attraverso l’assegnazione di 70 “doti educative”. La “dote” consisterà in un intervento personalizzato di sostegno al bambino per l’elaborazione del trauma, lo sviluppo positivo di talenti e l’offerta di opportunità formative. Grazie al sostegno di Ikea, Save the Children promuoverà inoltre un’attività formativa rivolta agli operatori e alle operatrici, per diffondere standard metodologici e buone prassi finalizzati ad accompagnare i genitori e i bambini nel recupero della relazione genitoriale.

Ikea e Save the Children sono partner dal 2003, collaborando insieme per campagne di sensibilizzazione e raccolta fondi su progetti internazionali e nazionali. L’Italia, inoltre, è l’unico paese in cui Ikea e Save the Children collaborano con progetti dedicati a livello locale: grazie al supporto dell’azienda, dal 2008 oltre 10.000 bambini e ragazzi che vivono in Italia hanno usufruito di programmi di protezione, di risposta alle emergenze e di contrasto alla povertà educativa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome