Il futuro dei brand nell’economia delle piattaforme digitali

Le aziende innovatrici del platform marketing basano le proprie strategie di successo su 11 punti (da Mark Up n. 285)

Google, Facebook, Uber, AirBnB, Amazon. Business e modelli organizzativi che permettono ai partecipanti (rider, guest, fan) di sviluppare insieme alle stesse piattaforme e in modalità peer-to-peer prodotti e servizi innovativi, integrati e complementari. Piattaforme nate con la retorica della disintermediazione, ma che si presentano oggi con potenti modelli data-centrici grazie ai quali fare business non implica essere proprietari dei beni strumentali: è sufficiente ricoprire un ruolo come attore dell’ecosistema. I beni capitali non sono più il mezzo principale per creare valore: organizzare le interazioni è ben più importante che organizzare la produzione.

 

 

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Se sei abbonato, fai per visualizzare il contenuto, altrimenti abbonati

Sei abbonato a Mark Up ma non hai mai effettuato l'accesso al sito?
Registrandoti qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento, entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome