Tax free shopping, Milano in testa per volumi e scontrino medio

L'Italia cresce del 12% nel primo semestre 2019, Milano si conferma regina dello shopping e i cinesi sono sul podio dei big spender. Le performance più sorprendenti a Torino, Siena e Palermo

"Nei primi sei mesi di quest’anno il tax free shopping è stato positivo sia in Europa, sia in Italia dove ha registrato un incremento del 12% grazie ai favorevoli tassi di cambio", così Stefano Rizzi, country manager di Global Blue Italia, presenta all’Osservatorio Parlamentare per il turismo la nuova ricerca di Federturismo Confindustria sui flussi turistici derivanti dal segmento dello shopping.

Nel mondo, lo shopping dei turisti (shopping tourism) registra 35 milioni di transazioni annue e 12 milioni di persone hanno richiesto il tax refund; inoltre, più di un turista su quattro cerca una località in cui sia possibile fare acquisti prima di scegliere la meta del suo viaggio. In Europa siamo gli attori protagonisti di questo mercato con il 63% delle vendite in store, e le possibilità di crescita sono ancora significative, come dimostra la ricerca.

La sorpresa di Torino

I cinesi sono il nostro mercato di elezione per lo shopping, al primo posto in tutta Italia. La vera sorpresa sono invece le destinazioni protagoniste del trend positivo che vedono emergere, oltre Milano, Roma, Firenze e Venezia, detentrici del 73% del mercato, altre tre città: Torino dove il tax free shopping nei primi 6 mesi del 2019 ha fatto segnare un +48% con uno scontrino medio di 1.339 euro in crescita di valore del 37% rispetto a un anno fa; Siena con un +39% nelle vendite e Palermo con un altro +48%.

Il valore dello scontrino medio in Italia è di 950 euro in aumento del 9% rispetto al primo semestre 2018. Il Nord Italia fa da traino con un peso del 59% sul totale del volume di affari, seguita dal Centro (39%) e dalle regioni del Sud e le isole (2%).

Nelle regioni del Nord gli acquisti tax free sono cresciuti del 14% rispetto al semestre gennaio-giugno 2018, e lo scontrino medio ha raggiunto i 993 euro (+8%).

Milano in testa alla classifica

In cima alla classifica delle città con il maggior volume di vendita troviamo saldamente Milano, con il 36% del totale degli acquisti dei viaggiatori internazionali registrati a livello nazionale, seguita da Roma (21%), Firenze (10%) e Venezia (6%).

A Milano anche lo scontrino medio più elevato pari a 1.167 euro, seguita Venezia (1.117 euro), da Roma (957 euro) e da Firenze (887 euro).

Turisti cinesi primi per acquisti tax free

I cinesi, con uno scontrino medio di 1.167 euro, si confermano primi in Italia per acquisti tax free, con il 29% del totale (+6% rispetto allo stesso periodo 2018), seguiti da russi (11% del totale) e statunitensi (10% del totale). Gli americani, in particolare, nel primo semestre di quest’anno hanno fatto registrare un aumento del numero di acquisti tax free del 23%; significativo anche l’incremento dei viaggiatori provenienti dai Paesi del Golfo (+51%) seppur in presenza minoritaria nel nostro Paese (5% del peso totale).

E i russi in seconda posizione

Il mercato russo occupa la seconda posizione per numero di vendite a Milano e Roma, a Firenze e Venezia. Variegata, infine, la terza posizione: a Milano abbiamo i turisti dei Paesi del Golfo (con uno scontrino medio di 1.297 euro), a Roma gli americani, i russi a Firenze, e taiwanesi a Venezia.

Nel nord Italia abbiamo visto che Torino è tra le città con un exploit importante grazie soprattutto ai turisti cinesi che qui spendono una media di 1.672 euro. Nel Centro Italia, in crescita nelle vendite del 10% troviamo lo scontrino medio più alto a Forte dei Marmi, pari a 2.134 euro. Mentre la migliore performance di vendita si deve a Siena che segna un +39%.

Nel Sud Italia la crescita è del 22% sulle vendite e del 21% sul volume di affari per una spesa media di 986 euro. Palermo è la capitale degli acquisti tax free, e in cima alle vendite vede, come nel resto del Paese, il mercato cinese (48% del totale) con una spesa media di 1.362 euro.

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome