In Italia, dove la maggior parte dei negozi ha riaperto il 18 maggio, i dati delle affluenze nei primi giorni feriali post lockdown hanno registrato un calo del -25% rispetto allo stesso periodo 2019

Eurocommercial Properties (Ecp) ha 8 centri commerciali in Italia (fra i quali Curno, I Gigli, Carosello, Fiordaliso, li citiamo per notorietà e dimensioni, senza nulla togliere agli altri) ma è presente anche in Francia, Belgio e Svezia. Quindi, dispone di un buon osservatorio europeo per vedere gli andamenti di questi primi giorni di ripresa regolata. In linea con il graduale allentamento delle misure di contenimento, la maggior parte degli esercizi commerciali Ecp ha potuto riaprire in Francia e Belgio a partire dall'11 maggio, in Italia dal 18 maggio. Tutti i negozi all’interno dei centri commerciali Eurocommercial sono ora operativi, con poche eccezioni, come i ristoranti e i bar in Francia e Belgio, sebbene alcuni siano aperti offrendo solo il servizio di asporto.

 

 

I primi risultati italiani

In Italia, dove la maggior parte dei negozi ha riaperto il 18 maggio, i dati delle affluenze nei primi giorni feriali post lockdown sono stati molto incoraggianti, registrando un calo del -25% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (esclusi I Gigli e Cremona Po, che sono interessati dalle restrizioni di movimento tra regioni, la cui revoca è prevista per il 3 giugno).

"Le discussioni preliminari avute con gli operatori confermano un buon andamento delle vendite con uno scontrino medio migliore della media -commenta Roberto Fraticelli, responsabile attività italiane di Ecp-. Durante il periodo di lockdown abbiamo utilizzato i dati raccolti attraverso la nostra piattaforma di Crm per migliorare ulteriormente la strategia di comunicazione digitale sui social media, così da mantenere uno scambio costante e aggiornato di informazioni con i nostri clienti".

"Insieme ai nostri operatori e alle autorità competenti, abbiamo garantito che le nostre gallerie siano luoghi sicuri per gli acquisti -prosegue Stefano De Robertis, direttore marketing e comunicazione di Ecp-, grazie alle misure adottate per assicurare una pulizia e disinfezione quotidiana di tutte le aree comuni. Il controllo regolare dei flussi di visitatori e i percorsi differenziati per i clienti fanno sì che le linee guida per il distanziamento sociale siano rispettate e i rischi ridotti al minimo".

Ecp dichiara che è ancora troppo presto per valutare le conseguenze della pandemia Covid-19 e non dispone di dati completi sulle vendite; ma è già evidente che i fatturati stanno superando le affluenze a conferma che i visitatori hanno una forte determinazione a fare acquisti.

Francia e Belgio

In Francia (esclusi i due centri cittadini Passage du Havre e Les Grands Hommes) e in Belgio, dove la maggior parte dei negozi ha riaperto l'11 maggio, le affluenze delle prime due settimane dopo la fine del lockdown hanno registrato un calo del -20% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il retail park di Chasse Sud ha addirittura registrato un incremento di affluenze del 10%. La riapertura dei ristoranti contribuirà a risollevare i risultati soprattutto in termini di affluenze.

Svezia sempre aperta

In Svezia, tutti i centri commerciali di Eurocommercial sono rimasti sempre aperti e operativi, sebbene le affluenze abbiano subito registrato un calo iniziale di circa il -30% a seguito dell'introduzione, il 12 marzo, delle restrizioni agli assembramenti. Da allora il dato è costantemente migliorato fino a un calo del -15% nelle ultime due settimane. Anche le vendite al dettaglio stanno migliorando e, sebbene il fatturato omogeneo nel mese di aprile sia sceso del -14%, le vendite degli ipermercati e Systembolaget di proprietà Ecp sono aumentati di oltre il 6%. Le vendite dei negozi sono cadute del -23%, ma le categorie di beni per la casa, elettronica, libri e giocattoli hanno mantenuto livelli normali. L'unico parco commerciale Eurocommercial, situato fuori Södertälje, ad aprile ha incrementato il fatturato del 14%, con una forte domanda da parte dei clienti per le categorie di bricolage, elettronica, giardinaggio e negozi di discount.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome