I nuovi detersivi per bucato si segmentano sui trend attuali

I mercati – Monodose, superconcentrato, a risparmio energetico e ambientale sono le cifre della modernità (da MARK UP 200)

Per l'articolo completo scaricare il Pdf

1. Le varianti liquide sopravanzano quelle in polvere
2. Le capsule hanno raccolto un successo senza precedenti
3. La leva promozionale condiziona anche gli additivi

Il mercato dei detersivi per lavatrice in Italia vale 895 mio di euro (2010), leggermente in calo rispetto all'anno precedente
(-2,7%; fonte: Nielsen, Tot. Italia, FY 2010). È storicamente diviso in due segmenti principali: detersivi in polvere e liquidi. Il trend in atto da alcuni anni vede un chiaro switch dei consumatori: mentre nel 2007 i due segmenti si dividevano equamente il mercato, oggi i liquidi sono in crescita (56% del totale) nei confronti delle polveri (36%).
Tra questi grandi segmenti si sono inserite nel 2010 due importanti innovazioni: i detersivi liquidi superconcentrati e le gelcaps, che vanno a soddisfare le necessità di un consumatore moderno ed esigente, che si è dimostrato subito attratto da questi prodotti. Il successo è stato pressoché immediato, tanto che oggi, a soli nove mesi dal lancio, questi due nuovi segmenti rappresentano già il 9% del totale mercato.
I detersivi liquidi superconcentrati si sono proposti come risposta a un'esigenza di performance, minore ingombro ed ecologia da parte del consumatore. La minore quantità di detersivo necessario per lavaggio consente infatti una notevole riduzione di dimensioni della confezione. Questo si traduce in minor consumo di plastica rispetto a un normale detersivo liquido e importanti riduzioni di CO2 necessaria per il suo trasporto al punto di vendita. La formula superconcentrata promette inoltre ottimi risultati di lavaggio già alle basse temperature, permettendo così significativi risparmi di energia.

Il monodose
Le gelcaps rappresentano invece la vera rivoluzione del mercato. Si può infatti parlare del lancio di maggior successo degli ultimi anni nell'ambito dei detersivi. L'innovazione si sostanzia in una capsula di detersivo predosato, monodose e idrosolubile che si scioglie direttamente nel cestello. Tale soluzione risulta perfettamente in linea con lo stile di vita del consumatore moderno, il cui ritmo frenetico riduce significativamente il tempo da dedicare al bucato domestico. La possibilità di estrarre semplicemente una capsula dalla confezione, senza alcuna necessità di dosare il detersivo e senza il rischio di sporcarsi, non può che incontrare i suoi bisogni in questa importante categoria merceologica. È stata Reckitt Benckiser, azienda che ha in portafoglio marchi della detergenza come Ava, Sole, Finish, Vanish, Woolite, che ha lanciato sul mercato Sole Sfere di pulito, pratiche capsule monodose, idrosolubili, riempite con detersivo superconcentrato. Le sfere rilasciano tutta la loro azione direttamente nel cuore del bucato, dissolvendosi completamente, e garantendo un pulito brillante al 100%. Basta mettere i panni nel cestello della lavatrice insieme a una sfera per ottenere il risultato atteso, con il fresco profumo del bucato ben riuscito.
Sole Sfere è disponibile in due varianti: Standard per il bucato di tutti i giorni e Color, specifico per capi colorati, grazie alla sua formula proteggi-colore. “Sfere risponde a uno stile di vita moderno, dinamico, dai ritmi frenetici, con sempre meno tempo a disposizione da dedicare al momento del bucato. Inoltre, la classica bottiglia di detersivo liquido e i fustini in polvere comportano disordine e piccoli depositi di sporco: anche il solo versare detersivo tradizionale nell'apposita vaschetta spesso provoca residui a terra. Sono poi tantissime le consumatrici che non si sentono sicure di utilizzare a ogni lavaggio la giusta quantità di detersivo per ottenere il pulito che desiderano, rischiando così di sovradosare e causando spreco di detersivo e soldi”, così commentano in casa Reckitt.
Tutte le grandi multinazionali della detergenza si sono aggiornate: da Procter&Gamble è arrivato meno di un anno fa Dash Ecodosi, che consente di economizzare detersivo ed energia.
Ecodosi è un detersivo che cambia l'approccio al bucato: è liquido concentrato, in confezionamento monodose che evita il rischio del sovradosaggio, va direttamente al cuore del bucato nel cestello, evitando sprechi e dispersioni nella pompa di scarico. Grazie a una combinazione di tensioattivi, è efficace contro ogni tipo di macchia: assicura inoltre risultati contro macchie contenenti particelle solide come fango e terra, prevenendo il ridepositarsi delle macchie stesse sulle fibre dei tessuti. Dash Ecodosi, grazie alla sua compattezza, che comporta l'impiego di una minore quantità di prodotto, diminuisce del 37% la plastica dell'imballaggio e funziona in modo ottimale anche a 30° permettendo un risparmio di energia fino al 40%, con una riduzione delle bollette e un minore impatto ambientale.

+
Evoluzione delle formulazioni verso saving importanti
-
Necessità d'innovazione continua

I superconcentrati
La nuova consumatrice, attenta alle tematiche ambientali, chiede detersivi concentrati e che consentano eccellenti prestazioni a temperature minori: grande successo anche in Italia dei nuovi detersivi liquidi superconcentrati Ava e Sole che permettono di lavare in modo eccellente già alle basse temperature. La pratica dei lavaggi a freddo è infatti sempre più diffusa, sia per questioni di tutela dei capi sia per ragioni ecologiche, ma non riesce a svilupparsi appieno perché i prodotti attuali non sempre garantiscono risultati impeccabili a freddo. La formula super concentrata dei nuovi detersivi Reckitt Benckiser si attiva in lavatrice già alle basse temperature, garantendo eccellenti risultati di lavaggio già a partire da 15 °C. Sono formule particolarmente compatte, sviluppate dal team di ricerca e sviluppo Reckitt Benckiser per richiedere molto meno della metà di un detersivo tradizionale, e quindi possono essere contenute e vendute in packaging più piccoli, maneggevoli, pratici da usare e riporre. Il risultato è anche un minore impatto ambientale: utilizzano infatti meno plastica rispetto alle bottiglie di detersivo tradizionali e sono necessari meno camion per il loro trasporto. Il nuovo Ava Power è perfetto per tutti i bucati, la sua formula con ingredienti attivi a freddo permette di ottenere un pulito profondo già da 15°, il packaging compatto utilizza il 47% in meno di plastica rispetto ai detersivi tradizionali.
Anche per Dixan, grande marca del gruppo Henkel, è arrivato il Superconcentrato: un detersivo
che ha bisogno del 41% di plastica in meno per essere confezionato, il 44% in meno di materiali da imballo, 1.687 camion in meno per essere trasportato, del 63% di acqua in meno per essere prodotto ed è realizzato con il 100% di energia verde (a parità di numero di lavaggi rispetto ai consumi di Dixan Liquido 2009).
In Italia Dixan è il primo a investire massicciamente su una categoria così innovativa che nel resto d'Europa e nei paesi più attenti agli aspetti ambientali rappresenta già fino al 15% del mercato. Dixan ha pensato a un lancio in grande stile: una gamma completa di 3 varianti (Classico, Igiene e Purezza, Lavanda) per meglio rispondere alle esigenze delle consumatrici e un supporto media a 360° (tv, stampa, affissioni, internet…). Il superconcentrato ha seguito la vocazione di Henkel nel creare prodotti sempre più ecocompatibili, con step che vanno verso una produzione a impatto zero: industrie che funzionano attingendo ad energie rinnovabili, piantumazione di foreste che compensano le emissioni di CO2 causate dal trasporto, ma anche componenti sempre più ecologici come packaging realizzati con un'alta percentuale di materiali riciclati, tensioattivi più efficaci con massimo rispetto per la natura e molto altro.

Gli additivi

Allegati

200-MKUP-Detersivi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here